Il ricovero del paziente psichiatrico è esclusivamente di carattere volontario ed il soggiorno deve essere improntato al rispetto della individualità e della dignità del paziente, mirando a garantire la volontarietà della permanenza.

L’accesso avviene su proposta dello psichiatra specialista del DSM (Dipartimento di Salute Mentale) di appartenenza ed è corredato dal progetto terapeutico riabilitativo individuale. La puntualità ed il rispetto delle regole sono elementi cardine della vita comunitaria.

La giornata trascorre con il seguente programma:

Ora Attività Scopo
08.00 Risveglio La levata è il primo atto di quotidianità
08.30 – 08.45 Colazione I pazienti contribuiscono ad apparecchiare e preparare la tavola per la colazione
09.00 – 12.00 Attività riabilitative Attività di riabilitazione e animazione mirate al risveglio degli stimoli perduti e alla socializzazione. Sono svolte nello spazio Sfera e/o nei reparti
12.30  13.15 Pranzo Il pranzo come ogni pasto avviene nella sala mensa dei singoli reparti. I pazienti possono collaborare con il personale al riordino dello spazio comune della sala
13.30 – 15.00 Riposo Viene inteso come un momento libero che l’utente può vivere come crede.
15.00 – 18.00 Attività riabilitative Attività di riabilitazione e animazione mirate al risveglio degli stimoli perduti e alla socializzazione. Sono svolte nello spazio Sfera e/o nei reparti
18.45 – 19.15 Cena Anche durante e dopo la cena i pazienti sono stimolati al riordino dello spazio comune per ripristinare il ritmo della quotidianità in un contesto residenziale
19.30 – 21.00 Spazio libero individuale Gli utenti possono fermarsi a vedere la tv o trascorrere questo tempo in piena libertà. La puntualità ed il rispetto delle regole sono elementi cardine della vita comunitaria.