1

Il medico psichiatra referente dell’Unità Funzionale, in accordo con i colleghi delle UOSM invianti, attua o modifica il trattamento farmacologico più appropriato ai bisogni del paziente ed è disponibile a fornire ai congiunti ogni eventuale chiarimento sul percorso terapeutico attivato.

A ciascun ospite si richiede l’assunzione volontaria e regolare dei presidi farmacologici riservati.