Laboratorio teatrale, laboratorio grafico plastico, laboratorio di cucina, laboratorio musicale, partecipazione alla Santa Messa, Circle Time, laboratorio di immagini (fotografia), training emotivo.

1

Il laboratorio teatrale prevede due incontri settimanali nello spazio SFERA in cui i partecipanti sono incoraggiati alla memorizzazione e all’interpretazione del personaggio e sono coinvolti nella costruzione della scenografia e sceneggiatura. Il risultato è una performance che diventa momento di festa coinvolgendo anche altri ospiti ed operatori della struttura con cadenza stagionale.

2

Laboratorio grafico-plastico (pittura, creazione di oggetti, deucopage, cucito e ricamo) si basa su lavori di gruppo e/o individuali di pittura, su carta, polistirolo o altri materiali e favorisce la capacità di concentrazione – osservazione. Una volta la settimana nello spazio SFERA

3

Il laboratorio di cucina si articola in due fasi:
nella prima si distribuiscono i compiti ai partecipanti stabilendo la pietanza da preparare e si organizza l’uscita per l’acquisto degli ingredienti.
Nella seconda di procede alla preparazione del piatto concordato.
Una volta la settimana nello spazio SFERA. Cucina dello spazio SFERA.

4

Il laboratorio musicale è strutturato sugli interessi specifici degli ospiti coinvolti. La finalità principale è quella di promuovere il valore formativo della musica essendo il canto un’espressione artistica che aiuta a comunicare e ad esprimere se stessi. Una volta la settimana nello spazio SFERA.

 

5

Il CIRCLE TIME è la pratica per stimolare la cooperazione fra tutti i componenti del gruppo. Partecipare ad un’attività di Circle time è un’occasione per uscire dagli schemi, dare un messaggio non verbale attraverso il setting, inparare a cooperare con in componenti del gruppo, a discutere insieme, accettando come valide e ugualmente inportanti le opioni di tutti. Una volta la settimana nello spazio SFERA.

6

Il laboratorio di immagini si articola su un percorso di conoscenza graduale della fotografia per coinvolgere gli ospiti in esperienze visive che stimolino l’immaginazione e la sensibilità creativa. Partendo dall’approccio che qualunque mezzo capace di generare immagini è uno strumento di rappresentazione della realtà circostante e può essere usato per costruire una narrazione, l’obiettivo principale è guidare gli ospiti ad educare lo sguardo per acquisire una consapevolezza critica del linguaggio visivo. Una volta la settimana nei reparti di degenza.

 

7

Intraprendere il training emotivo è utile per imparare a conoscere e riconoscere le emozioni proprie ed altrui e asviluppare i pensieri più utili per gestirle. Si cerca di stimolare il dialogo sullo stato emotivo dei propri vissuti, sulle barriere che ostacolano il raggiungimento di obiettivi personali e condizionano il benessere psicologico. Sono previste discussioni sui propri vissuti emozionali ed esercizi autoesperenziali per imparare a gestire le proprie emozioni in maniera autonoma. Una volta la settimana nello spazio SFERA.

8

Partecipazione ad eventi di natura religiosa: Dalla celebrazione settimanale della Santa Messa nella cappella della Struttura ai più importanti riti in occasione delle principali festività religiose.